Riviera di Levante ligure

Riviera di Levante ligure: 7 spiagge incredibili

Mentre la riviera di Ponente presenta delle spiagge molto sabbiose e poco frastagliate, la riviera di Levante ligure è più frastagliata e con forti pendenze.

Questo tratto di costa, lungo circa 130 chilometri, inizia dalla foce del Magra e prosegue fino ai quartieri orientali di Genova.

Ma quali sono le spiagge più belle da ammirare di questa zona ligure? 

In questa guida vogliamo indicarti 7 delle spiagge della riviera di Levante ligure da non perdere.

Iniziamo!

Bogliasco

Bogliasco è una piccola località di mare che si incontra andando da Genova verso La Spezia. È raggiungibile in auto, ma anche in pochi minuti di treno dal capoluogo ligure.

Qui troverai piccole spiagge libere e private composte da ghiaia mista a sabbia fine e ciottoli: le rocce proteggono queste spiagge, riparandole dal vento.

Il fondale marino è cristallino e trasparente. A volte capita di scorgere sul mare qualche temerario che pratica surf, canoa, o vela.

Inoltre è ideale per le immersioni: vanta infatti varie specie di flora e fauna, che potrai ammirare tuffandoti sott’acqua. Non scordarti maschera e boccaglio!

Sori

Dopo Cavi di Lavagna puoi si trova il borgo di Sori, la cui spiaggia è costituita prevalentemente da sabbia e gaia.

È una delle spiagge genovesi più apprezzate, situata a pochi passi dal centro del paese: qui potrai gustarti una calda e soffice focaccia genovese appena sfornata, in riva alla spiaggia, libera e privata.

Ti consigliamo di raggiungere il piccolo borgo con il treno da Genova o in battello, in quanto i parcheggi sono scarsi.

Camogli

Uno scorcio di mare cristallino, nascosto, incontaminato.

Il mare di Camogli è un piccolo paradiso che fa parte dell’Area naturale marina protetta di Portofino. È di una rara bellezza per la sua semplicità, la cui spiaggia di ciottoli, libera e privata, tocca i monti che la costeggiano tutt’intorno.

Se hai intenzione di visitare Camogli, non dimenticarti di boccaglio e maschera, dato che anche questo mare è perfetto per fare escursioni sott’acqua, visto che è popolato da moltissime e bellissime specie di pesci.

Se vuoi passare una giornata alternativa puoi prendere i traghetti che partono dal piccolo porticciolo per raggiungere l’abbazia di San Fruttuoso, altrimenti raggiungibile con una bella passeggiata, all’insegna di un trekking panoramico.

Chiavari

Grazie ai moli e frangiflutti artificiali, il mare di Chiavari è costituito da fondali sabbiosi e acque calme che costeggia e ripara il delizioso centro storico medievale.

La spiaggia è formata da sabbia morbida e non è particolarmente grande, ma lascia spazio a tutti per potersi godere un po’ di sano relax senza accalcarsi tra gli ombrelloni.

Se ti piacciono le passeggiate, il lungomare di Chiavari è un bellissimo susseguirsi di scogli che proteggono il mare, andando a formare piccole piscine naturali adatte anche allo snorkeling per i più piccoli, per i quali è presente anche un acquapark.

Sestri Levante

Sestri Levante è interessante perché presenta due spiagge, meglio conosciute come Baia delle Favole e Baia del Silenzio.

Baia delle Favole ha spiagge piuttosto lunghe, formate da ciottoli, scogli e calette e con acque molto limpide.

Baia del Silenzio, invece, è formata da una spiaggia di sabbia fine. È consigliata quando ci sono giornate particolarmente ventose, che portano il mare ad essere mosso: grazie agli scogli, infatti, il mare è sempre calmo e riparato.

Moneglia

La lunga spiaggia di sabbia fine di Moneglia, libera e privata, si trova a pochi passi dal centro del borgo del paese, incastonato tra le verdi montagne tipiche liguri.

Una serie di scogli artificiali posti al largo proteggono e riparano la zona balneare dalle acque mosse, garantendo un mare tranquillo perfetto per le famiglie con bambini.

È vietato portare in cani in spiaggia durante le zone balneari.

Levanto

Levanto è molto vicina alle Cinque Terre e, sebbene questo comune sembri montano, in realtà è veramente vicino al mare.

Presenta due spiagge libere ed una privata, quella centrale: non sono formate da sabbia ma da pietre e ciottoli, mentre la costa e i fondali marini sono rocciosi. La vegetazione rigogliosa si incontra con il mare, andando a formare un panorama suggestivo e interessante.

Mentre la costa più orientale è frastagliata e sul mare, il resto del litorale costeggia il centro storico.

Grazie ai suoi fondali rocciosi, non è raro trovare chi pratica surf: infatti la zona è molto ventosa, soprattutto in primavera e in autunno.

Scopri Genova a 360 gradi

Vuoi trascorrere le tue vacanze nella Superba all’insegna di lunghe passeggiate nel centro città?

Allora, ti consigliamo di scoprire il nostro itinerario per trascorrere un giorno a piedi a Genova.

Se invece ami scoprire le bellezze naturali, ti consigliamo di avventurarti nel Parco delle mura, tra i colli e i forti di Genova.

Altri
articoli

porto antico

Porto Antico, dove il mare incontra la città

Cosa c’è di tanto speciale nel Porto Antico di Genova? Scopriamolo insieme, partendo da una novità che per una settimana lo renderà ancora più protagonista: Dinner in the Sky.

spostarsi a genova

Come spostarsi a Genova non usando l’auto

Il nostro consiglio per spostarsi a Genova, e visitare appieno i suoi meravigliosi scorci con l’esteso centro storico è certamente quello di farlo a piedi. In alternativa, la città è servita da ogni tipo di trasporto pubblico.

amaro camatti

Amaro Camatti, il liquore genovese migliore al mondo

Miglior liquore alle erbe d’Italia, numero uno tra gli amari italiani e a livello mondiale. Ha vinto numerosi riconoscimenti l’Amaro Camatti, specialità ligure nominata come miglior amaro del mondo dal World Liqueur Awards, tra le competizioni più importanti del settore degli spirits a livello mondiale.

rolli

Rolli Days 2024: “Genova giardino d’Europa”

Dopo l’edizione autunnale, tornano a Genova, dal 17 al 19 maggio, i Rolli Days, giornate nelle quali sarà possibile ammirare, gratuitamente, in tutto il loro splendore, i sontuosi palazzi in stile Rinascimentale e Barocco divenuti patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 2006.