commenda di san giovanni di prè

Non solo Rolli: la Commenda di San Giovanni di Prè

La Commenda di San Giovanni di Prè è sicuramente uno degli edifici simbolo del centro storico genovese. Si trova in Piazza della Commenda, nei pressi della stazione ferroviaria di Genova Principe.

È un complesso di edifici composto da due chiese in stile romanico sovrapposte una sull’altra e un edificio a due piani (poi successivamente rialzato di un ulteriore piano), la Commenda vera e propria, che assolveva ad una duplice funzione: stazione marittima sulle rotte della Terrasanta e ospedale, inizialmente per i pellegrini ma poi per i malati e i bisognosi della città.

La storia della Commenda di San Giovanni di Prè

Costruita a partire dal 1180, era all’epoca a due passi dal mare e sorgeva nei luoghi dove si trovava una antica chiesetta dedicata al Santo Sepolcro. Questa era stata edificata in una zona fuori dalle mura della città, chiamata Prè (che in dialetto genovese significa “prati”), dove si trovava un piccolo borgo agricolo con dei campi coltivati. Qui furono portate da Guglielmo Embriaco le ceneri di San Giovanni Battista di ritorno dalla Crociata, prima che venissero traslate nella Basilica di San Lorenzo. Da questo momento la Chiesa del Santo Sepolcro prese il nome di Chiesa di San Giovanni.

L’edificio della Commenda di San Giovanni di Prè venne costruita attiguamente alla Chiesa di San Giovanni Battista, dall’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, che fu, poi, di Rodi e successivamente dei Cavalieri di Malta. Aveva inizialmente la funzione di dare assistenza ai pellegrini e ai volontari delle Crociate per la Terra Santa (a Genova salparono i combattenti della prime tre Crociate), ma poi diventò un punto di riferimento essenziale per tutti coloro, cavalieri, soldati, mercanti, ecclesiastici e pellegrini, che, per i motivi più diversi, arrivavano delle rotte di commercio e pellegrinaggio del Nord Europa e si recavano verso le sponde del Nord Africa, e dell’Asia Minore.

Fu teatro di vicende storiche tra le più interessanti, misteriose ma anche sanguinose nella più che millenaria storia della città di Genova. Oltre ai pellegrini, qui soggiornarono infatti Papi e Imperatori. Una lapide ricorda la visita del papa Urbano V durante il suo viaggio di rientro da Avignone. Più turbolento fu invece il soggiorno alla Commenda di San Giovannni di Prè del suo successore Urbano VI, che in fuga da Nocera, qui fece giustiziare alcuni Cardinali colpevoli di aver tramato contro di lui.

Si dice persino che presso la Commenda di San Giovanni di Prè i Cavalieri di Malta avessero nascosto il loro immenso tesoro, anche se questa sembra più una leggenda che un fatto storico.

La struttura della Commenda di San Giovanni di Prè

La particolarità di questo complesso è data dalle due chiese sovrapposte: in quella inferiore a tre navate si radunavano i pellegrini, in quella superiore invece, anch’essa a tre navate, ma con una navata centrale particolarmente ampia, alla quale si poteva accedere solo attraverso l’ospedale (l’accesso attuale attraverso l’abside risale al XVIII sec.), l’accesso era consentito solo ai cavalieri.

La struttura, dopo i recenti restauri, si presenta pressoché integra nel suo aspetto romanico, con la severità dei muri in pietra nera di Promontorio, il calore dei mattoni, l’eleganza delle colonne in marmo e dei soffitti in legno dipinti con motivi geometrici e floreali.

Dove alloggiare

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per poterti godere pienamente una visita alla nostra splendida città.

Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni.

Altri
articoli

genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.
Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

superba

Genova, superba per uomini e per mura

Come una terra di mezzo che abbraccia mare e monti, Genova si è guadagnata svariati soprannomi nel corso della sua storia. Tra i tanti, “la Superba” è certamente l’appellativo più conosciuto della città ligure, assegnatole da Francesco Petrarca nel lontano 1358

relitti in liguria

Relitti in Liguria: fascino e mistero

I conflitti che si sono succeduti ha trasformato il Mar Ligure in un enorme teatro per numerosi e meravigliosi relitti che ora, grazie alle moderne attrezzature e tecniche subacquee, è possibile ammirare nel loro indubitabile fascino.

carnevale e maschere tradizionali

Carnevale 2024 e le maschere tradizionali genovesi

Il carnevale con le sue maschere tradizionali, i suoi colori e il forte rumore avessero avuto in origine lo scopo di scacciare le forze delle tenebre e l’inverno, e di aprire la strada per l’arrivo della primavera. Anticamente, il carnevale genovese era più chiassoso ed anche più irriverente di quello veneziano.

galeone

Pirati a Genova: il Galeone al Porto Antico

In uno dei luoghi più interessanti da visitare a Genova, il Porto Antico, dove l’azzurro del mare si infrange contro gli edifici vecchi e nuovi della città che, in un armonioso gioco di colori, si confondono in tutta la costa ligure, è ormeggiata una vera e propria nave pirata: il Galeone Neptune.