festival della scienza 2023

“Impronte”, il Festival della Scienza 2023 a Genova

Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre 2023 si svolgerà a Genova la ventunesima edizione del Festival della Scienza.

Giunto a questo importante traguardo, superando di slancio i due difficili anni di pandemia con l’edizione dei record del 2022, che ha contato ben 220mila presenze, il Festival della Scienza 2023 prosegue con il suo format tradizionale nel porre gli scienziati e la scienza a diretto contatto con il pubblico.

Saranno infatti tanti e di notevole importanza gli ospiti nazionali e internazionali che si avvicenderanno sui vari palchi e incontri nei diversi angoli della nostra città. Sarà un vero e proprio evento diffuso con oltre 250 appuntamenti sparsi per circa 35 location cittadine. Oltre a Palazzo Ducale, Palazzo della Borsa, Palazzo Reale, Galata Museo del Mare, saranno quasi tutti i musei civici e nazionali genovesi ad accogliere gli eventi del Festival.

Non saranno però solo i tradizionali spazi museali ad essere coinvolti, ma le giornate del Festival si terranno anche presso le Università, alcune scuole superiori genovesi, gli istituti di ricerca, l’Ospedale Galliera e alcune imprese.

LA PAROLA CHIAVE DEL FESTIVAL DELLA SCIENZA 2023

A legare tutti gli eventi in programma è la parola chiave scelta per l’edizione del Festival della Scienza 2023, “Impronte”, che abbraccia molti ambiti di conoscenza: dalla genetica alle neuroscienze, dalla biometrica alla paleontologia, dall’astronomia all’archeologia, ma soprattutto che fa riflettere sull’impronta ecologica e sulle tematiche della sostenibilità.

Impronte è anche l’immagine ufficiale dell’edizione 2023 della kermesse è realizzata dall’artista ligure Elena Di Capita con la tecnica giapponese del gyotaku, da gyo, “pesce” e taku, che significa “imprimere sulla pietra”, un metodo tradizionale giapponese di stampa dei pesci, diffuso fin dalla metà del 1800.

Un ampio palinsesto sarà dedicato al progetto Genova Capitale del libro 2023.

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL DELLA SCIENZA 2023

Attraverso il filo rosso delle “Impronte”, il Festival della Scienza 2023 esplorerà i temi ambientali, tra cui particolare attenzione verrà prestata al cambiamento climatico e alla transizione energetica.

Per ragionare sull’impatto dell’uomo nel nostro pianeta, il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), in occasione dei cento anni dalla sua fondazione, presenterà la mostra “Antropocene. La terra a ferro e fuoco”.

Non mancheranno gli spazi per la “robotica” e all’intelligenza artificiale in genere.

Oltre alla attenzione sulle discipline classiche, come la matematica, la fisica, le scienze della terra e del mare, saranno ben rappresentate anche le scienze della vita, con le molteplici connessioni alle tematiche relative alla salute e alla ricerca scientifica d’avanguardia. Ritorna anche uno dei format tra i più apprezzati dal pubblico del Festival della Scienza: Le Meraviglie della Scienza. Illusioni ottiche, giochi di specchi, forze e movimenti sono gli argomenti che il visitatore potrà esplorare attraverso exhibit interattivi, lasciandosi guidare dalla curiosità e dall’entusiasmo della scoperta.

Oltre al programma in presenza, il Festival della Scienza 2023, si arricchisce di una proposta on line composta da Digitalk, incontri virtuali in cui i ricercatori scientifici si raccontano e Digitour, visite guidate virtuali ai centri di ricerca, per scoprire il mestiere del ricercatore.

Per maggiori informazioni e conoscere il programma completo potete consultare il seguente link.

I PROTAGONISTI DEL FESTIVAL DELLA SCIENZA 2023

Oltre agli scienziati e ai ricercatori di fama internazionale, particolare importanza rivestono gli studenti universitari che, in questi giorni dedicati alla scienza, indosseranno la maglia con l’asterisco. Saranno loro che guideranno il pubblico tra i tanti eventi della manifestazione. Gli altri protagonisti saranno i ragazzi delle scuole e i loro insegnanti che finalmente potranno gustare in presenza, dopo alcuni anni difficili, un viaggio affascinante alla scoperta della scienza in tutte le sue forme.

DOVE ALLOGGIARE

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per visitare i luoghi del Festival della Scienza.

Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni

Altri
articoli

genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.
Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

superba

Genova, superba per uomini e per mura

Come una terra di mezzo che abbraccia mare e monti, Genova si è guadagnata svariati soprannomi nel corso della sua storia. Tra i tanti, “la Superba” è certamente l’appellativo più conosciuto della città ligure, assegnatole da Francesco Petrarca nel lontano 1358

relitti in liguria

Relitti in Liguria: fascino e mistero

I conflitti che si sono succeduti ha trasformato il Mar Ligure in un enorme teatro per numerosi e meravigliosi relitti che ora, grazie alle moderne attrezzature e tecniche subacquee, è possibile ammirare nel loro indubitabile fascino.

carnevale e maschere tradizionali

Carnevale 2024 e le maschere tradizionali genovesi

Il carnevale con le sue maschere tradizionali, i suoi colori e il forte rumore avessero avuto in origine lo scopo di scacciare le forze delle tenebre e l’inverno, e di aprire la strada per l’arrivo della primavera. Anticamente, il carnevale genovese era più chiassoso ed anche più irriverente di quello veneziano.

galeone

Pirati a Genova: il Galeone al Porto Antico

In uno dei luoghi più interessanti da visitare a Genova, il Porto Antico, dove l’azzurro del mare si infrange contro gli edifici vecchi e nuovi della città che, in un armonioso gioco di colori, si confondono in tutta la costa ligure, è ormeggiata una vera e propria nave pirata: il Galeone Neptune.