cristo degli abissi

Il Cristo degli Abissi: fede e memoria

Il “Cristo degli Abissi” è una monumentale statua subacquea situata al largo della costa di San Fruttuoso, vicino al paese di Camogli, a pochi chilometri da Genova.

Quest’opera d’arte unica e iconica è un omaggio alla memoria di coloro che hanno perso la vita in mare e una simbolica rappresentazione di speranza e pace. Rappresenta Gesù Cristo con le braccia aperte, simboleggiando il suo amore e la sua misericordia per l’umanità.

Il Cristo degli Abissi: genesi dell’opera

La statua del Cristo degli Abissi è stata installata per la prima volta il 22 agosto 1954, grazie all’iniziativa del pioniere subacqueo Duilio Marcante e del suo amico scultore Guido Galletti.

I suoi ideatori hanno dedicato questa opera al loro amico Dario Gonzatti, un precursore dell’immersione subacquea, deceduto in mare proprio nella baia di San Fruttuoso.

La statua è realizzata in bronzo e poggia su un basamento in cemento. È posizionata a circa 17 metri di profondità ed è alta circa due metri e mezzo. Per ottenere il bronzo della statua vennero fuse medaglie, elementi navali (perfino eliche di sommergibili americani donati dall’U.S. Navy) e campane. A seguito della morte di Marcante venne posta una targa sul basamento della statua in sua memoria.

La manutenzione del Cristo degli Abissi è affidata a subacquei e volontari che si dedicano a preservare questa iconica statua e l’ecosistema circostante.

Il Cristo degli Abissi non è solo una statua subacquea

Ogni anno, numerosi subacquei e appassionati di snorkeling visitano il sito per ammirare il Cristo degli Abissi e rendere omaggio alla sua simbolica importanza. L’immersione intorno alla statua offre un’esperienza unica, permettendo ai subacquei di sentirsi parte di un momento di contemplazione e di connessione con la spiritualità e la natura. Questa particolare destinazione subacquea è diventata anche un punto di interesse per i fotografi subacquei, catturando l’atmosfera eterea del Cristo circondato dalle acque marine.

Oltre al suo significato religioso, il Cristo degli Abissi rappresenta anche un importante punto di riferimento per la conservazione marina. Il sito funge da rifugio per numerose specie di pesci e altre creature marine, contribuendo alla biodiversità dell’area. Tuttavia, negli anni, le minacce ambientali come l’inquinamento e il cambiamento climatico hanno messo a rischio questo fragile ecosistema.

Il Cristo degli Abissi è quindi molto più di una semplice statua subacquea. È un simbolo di fede, memoria, protezione e unione tra l’uomo e il mare. La sua presenza sott’acqua incarna la profonda relazione tra l’umanità e l’ambiente marino, invitando tutti coloro che lo visitano a riflettere sulla bellezza della natura e sulla necessità di preservarla per le future generazioni.

Dove alloggiare

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per poterti godere pienamente una visita alla nostra splendida città. Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni.

Altri
articoli

genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.
Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

superba

Genova, superba per uomini e per mura

Come una terra di mezzo che abbraccia mare e monti, Genova si è guadagnata svariati soprannomi nel corso della sua storia. Tra i tanti, “la Superba” è certamente l’appellativo più conosciuto della città ligure, assegnatole da Francesco Petrarca nel lontano 1358

relitti in liguria

Relitti in Liguria: fascino e mistero

I conflitti che si sono succeduti ha trasformato il Mar Ligure in un enorme teatro per numerosi e meravigliosi relitti che ora, grazie alle moderne attrezzature e tecniche subacquee, è possibile ammirare nel loro indubitabile fascino.

carnevale e maschere tradizionali

Carnevale 2024 e le maschere tradizionali genovesi

Il carnevale con le sue maschere tradizionali, i suoi colori e il forte rumore avessero avuto in origine lo scopo di scacciare le forze delle tenebre e l’inverno, e di aprire la strada per l’arrivo della primavera. Anticamente, il carnevale genovese era più chiassoso ed anche più irriverente di quello veneziano.

galeone

Pirati a Genova: il Galeone al Porto Antico

In uno dei luoghi più interessanti da visitare a Genova, il Porto Antico, dove l’azzurro del mare si infrange contro gli edifici vecchi e nuovi della città che, in un armonioso gioco di colori, si confondono in tutta la costa ligure, è ormeggiata una vera e propria nave pirata: il Galeone Neptune.