madonna della guardia

Il Santuario della Madonna della Guardia

Il Santuario della Madonna della Guardia (che prende il nome dal fatto che era anticamente un ottimo sito per l’osservazione di navi o eserciti nemici in avvicinamento a Genova), è stato costruito sulla vetta del monte Figogna, nel territorio di Ceranesi, a una ventina di chilometri da Genova. Edificato a circa 800 metri sul livello del mare, è il santuario mariano più importante in Liguria e uno dei più noti in Italia. Meta di pellegrini in tutto l’anno, celebra la sua festa più importante il 29 agosto.

La storia del Santuario della Madonna della Guardia

È in quella stessa data del 1490 (alcuni storici però retrodatano la data al 1487) che Benedetto Pareto, intento a pascolare le sue pecore in quei posti, riceve l’apparizione dalla Vergine Maria, in tutto il suo splendore, che lo incarica di costruire una cappella. Preso in giro da tutti, e in particolare dalla sua moglie “Tutti sanno che sei un uomo semplice, ora diranno che sei anche pazzo”, desiste dall’iniziativa.

Il giorno seguente però cade da un albero di fico e si ferisce gravemente. Maria gli appare una seconda volta e lo guarisce all’istante ricordandogli però della sua precedente richiesta di edificare la chiesetta. Il miracolo convince tutti della veridicità del racconto di Benedetto che riesce a trovare delle persone di buona volontà che lo aiutano nella costruzione della cappella.

Quest’ultima presto non fu sufficiente ad accogliere i fedeli che, la maggior parte a piedi, la raggiungevano e fu necessario pensare, e poi costruire, una nuova chiesa e un ospizio per i pellegrini.

Per accogliere tutti si costruì quindi un primo santuario, che tuttavia presto non bastò: così nel 1890 si edificò la Basilica attuale.

Papa Benedetto XV, nato a Genova, elevò il santuario al rango di basilica minore e nel 1917 fece costruire nei giardini vaticani un’edicola in cui fece porre la statua della stessa Madonna della Guardia regalatagli dai genovesi.

Importanza per lo sviluppo della fede

Il culto per la Madonna della Guardia si sviluppò immediatamente dopo la costruzione della cappella che non fu però solo il luogo unico di devozione. Crebbero le iniziative in moltissimi comuni liguri erigendo delle altre cappelle e consacrando le chiese al nome della Madonna della Guardia.

Queste costruzioni non furono altro che il seme per un rinnovamento della Chiesa, verso un movimento di riforma popolare della fede, che passando per le valli liguri e poi spostandosi tramite viaggiatori, missionari ed emigranti conteggiò gran parte del mondo. Argentina, Costa d’Avorio, Santo Domingo sono solo alcuni tra i luoghi dove sono presenti Santuari, Chiese e Cappelle dedicati alla Madonna della Guardia.

Come arrivare al Santuario della Madonna della Guardia

Meta di pellegrinaggio già nel 1500, il Santuario si raggiungeva a piedi con un percorso di circa otto chilometri. Ha ospitato nel tempo anche una ferrovia, con un tracciato a binario unico che dall’abitato di Gaiazza, si snodava per tutta la salita fino al monte Figogna. Progressivamente però è stata abbandonata dagli utenti con l’avvento delle automobili e bus pubblici e privati.

Nei giorni nostri il Santuario si raggiunge in auto, parcheggiando poi negli ampi parcheggi in prossimità della meta, ma anche percorrendo totalmente o parzialmente la salita a piedi. La passeggiata è di circa sei chilometri e nel suo percorso si possono trovare panchine, panche, tavoli per la sosta, giochi per bimbi e, nei punti panoramici, pannelli con foto panoramiche esplicative delle vallate adiacenti.

In cima, oltre alla già menzionata Casa del Pellegrino, ci sono alcuni ristoranti e luoghi di ristoro.

Nelle calde giornate estive è anche meta ideale per escursioni lontane dalla cappa afosa della città.

Dove alloggiare

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per poterti godere pienamente quando abbiamo descritto.

Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni.

Altri
articoli

porto antico

Porto Antico, dove il mare incontra la città

Cosa c’è di tanto speciale nel Porto Antico di Genova? Scopriamolo insieme, partendo da una novità che per una settimana lo renderà ancora più protagonista: Dinner in the Sky.

spostarsi a genova

Come spostarsi a Genova non usando l’auto

Il nostro consiglio per spostarsi a Genova, e visitare appieno i suoi meravigliosi scorci con l’esteso centro storico è certamente quello di farlo a piedi. In alternativa, la città è servita da ogni tipo di trasporto pubblico.

amaro camatti

Amaro Camatti, il liquore genovese migliore al mondo

Miglior liquore alle erbe d’Italia, numero uno tra gli amari italiani e a livello mondiale. Ha vinto numerosi riconoscimenti l’Amaro Camatti, specialità ligure nominata come miglior amaro del mondo dal World Liqueur Awards, tra le competizioni più importanti del settore degli spirits a livello mondiale.

rolli

Rolli Days 2024: “Genova giardino d’Europa”

Dopo l’edizione autunnale, tornano a Genova, dal 17 al 19 maggio, i Rolli Days, giornate nelle quali sarà possibile ammirare, gratuitamente, in tutto il loro splendore, i sontuosi palazzi in stile Rinascimentale e Barocco divenuti patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 2006.