porta soprana

Genova: visitiamo insieme le sue antiche Porte

Le porte della città di Genova, ricche di storia e significato, rappresentano le porte d’accesso al passato e alle tradizioni di questa nostra bellissima città. Cinque di queste porte, in particolare, si distinguono per la loro importanza e bellezza intrinseca.

Le cinque porte più importanti

Porta Soprana: Situata nel cuore del centro storico di Genova, Porta Soprana è una delle porte medievali meglio conservate della città. Costruita nel XII secolo, con la realizzazione della terza cinta di Mura, chiamate del Barbarossa, prende il nome dal fatto che è stata edificata nella parte superiore della città. Presenta due torri quadrate che anticamente fungevano da mastio di difesa. Questa imponente struttura di pietra ospita innumerevoli storie, dai viandanti del Medioevo agli incontri tra personaggi famosi del Rinascimento. Poco distante da essa si trova la casa di Cristoforo Colombo.

Porta dei Vacca: Detta in origine Porta di Santa Fede, dal nome della vicina chiesa (sconsacrata nel 1926 e oggi sede di uffici comunali) e anche soprannominata Porta Sottana, in contrapposizione alla appena citata Porta Soprana, fa parte delle opere di fortificazione della cinta muraria genovese del XII secolo. Questa porta rappresentava l’ingresso principale alla città provenendo dalla regione dell’entroterra, e ancora oggi è un punto di riferimento storico in cui si incrociano le tracce del passato con la vita contemporanea. E’ riuscita a sopravvivere allo sviluppo urbanistico del 1600 perché è stata inglobata in due palazzi dei Rolli: il palazzo Marc’Aurelio Rebuffo e il palazzo Lomellini-Serra.

Porta Siberia: Posta all’estremità orientale di Genova, Porta Siberia si trova vicino al porto e ha un ruolo storico significativo. Risalente allo sviluppo cinquecentesco delle mura, questa porta era un punto cruciale per il traffico commerciale marittimo e terrestre. Il suo nome deriva probabilmente dalla parola “cibaria” poiché, attraverso questo varco, transitavano le derrate alimentari che giungevano via mare e quelle in partenza destinate ad altri porti del Mediterraneo. La porta testimonia la lunga storia di Genova come porto vitale e centro commerciale nel Mediterraneo.

Porta degli Archi: Detta anche Porta di Santo Stefano, era anticamente posta alla confluenza di due strade che attualmente non esistono più: Via Giulia e Via della Consolazione. Quest’ultima seguiva pressappoco il tracciato della parte bassa di Via XX Settembre e terminava in piazza Frugoni. Costruita nel XVI secolo come parte della cinta muraria di Genova, la porta venne rimossa per lasciar posto al Ponte Monumentale e trovò una nuova vita e una nuova collocazione, venne infatti sistemata nell’attuale Via Banderali. Si caratterizza per gli archi monumentali e le decorazioni che ricordano l’antico prestigio della città. Ancora oggi, è un punto di accesso pittoresco al centro storico, attirando visitatori e locali.

Porta Pila: Porta Pila era la porta che avrebbe attraversato un viaggiatore del 1600 proveniente dal levante. Dal 1890, quando furono demolite le Fronti Basse, la porta rimase al suo posto per un certo periodo a segnare con la sua arcata l’inizio di via XX Settembre anche se erano scomparse le mura attorno ad essa. Negli anni seguenti anche la porta rischiò di essere abbattuta, ma dopo un lungo dibattito fu deciso di smontarla e ricostruirla, come mero elemento ornamentale lateralmente alla via, nella posizione in cui si trova adesso, dalla quale domina la Stazione Brignole.

Queste porte rappresentano l’anima di Genova, una città che ha prosperato attraverso il commercio, la cultura e l’arte. Ogni passo attraverso di esse è un viaggio nel tempo, una scoperta di un patrimonio storico e architettonico unico. Le porte di Genova sono custodi dei segreti di una città che continua a sorprendere e affascinare chiunque abbia il privilegio di attraversarle.

Dove alloggiare

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per poterti godere pienamente una visita alla nostra splendida città. Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni.

Altri
articoli

porto antico

Porto Antico, dove il mare incontra la città

Cosa c’è di tanto speciale nel Porto Antico di Genova? Scopriamolo insieme, partendo da una novità che per una settimana lo renderà ancora più protagonista: Dinner in the Sky.

spostarsi a genova

Come spostarsi a Genova non usando l’auto

Il nostro consiglio per spostarsi a Genova, e visitare appieno i suoi meravigliosi scorci con l’esteso centro storico è certamente quello di farlo a piedi. In alternativa, la città è servita da ogni tipo di trasporto pubblico.

amaro camatti

Amaro Camatti, il liquore genovese migliore al mondo

Miglior liquore alle erbe d’Italia, numero uno tra gli amari italiani e a livello mondiale. Ha vinto numerosi riconoscimenti l’Amaro Camatti, specialità ligure nominata come miglior amaro del mondo dal World Liqueur Awards, tra le competizioni più importanti del settore degli spirits a livello mondiale.

rolli

Rolli Days 2024: “Genova giardino d’Europa”

Dopo l’edizione autunnale, tornano a Genova, dal 17 al 19 maggio, i Rolli Days, giornate nelle quali sarà possibile ammirare, gratuitamente, in tutto il loro splendore, i sontuosi palazzi in stile Rinascimentale e Barocco divenuti patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 2006.