teatro a genova

Genova a teatro

Genova è una meta turistica non solo per il gran numero di palazzi storici, attrazioni e piatti tipici, ma anche grazie ad una lunga e illustre tradizione teatrale, caratterizzata da una ricca varietà di spettacoli che spaziano dalla bellezza neoclassica dell’epoca passata all’innovazione contemporanea.

Qui, esploreremo i suoi quattro più importanti teatri che hanno dato un contribuito significativo alla scena culturale della città.

Teatro Carlo Felice

Probabilmente il più conosciuto, il Carlo Felice ospita spettacoli come l’opera, musica lirica e balletti classici, ma anche produzioni internazionali.

Venne inaugurato il 7 aprile 1828: prima di allora, Genova non aveva un teatro per il melodramma. Perciò decise di costruirne uno, sia per portare i melodrammi in città, sia per andare a competere con l’eleganza dei teatri italiani.

Nel corso dei decenni, il Carlo Felice è diventato un centro di eccellenza per le arti performative, con un’attenzione particolare all’opera lirica e ai concerti sinfonici. Ha ospitato alcune delle più grandi produzioni d’opera, con prestigiosi direttori d’orchestra e cantanti di fama internazionale. L’acustica impeccabile della sala lo rende un luogo ideale per le esibizioni musicali di alto livello.

Dal 1991 ospita le stagioni musicali della Giovine Orchestra Genovese, una ONLUS che si fa promotrice di concerti di musica classica, ma con uno spirito innovativo.

E’ situato a fianco di Piazza De Ferrari, vicino al monumento di Giuseppe Garibaldi e la fontana simbolo della città.

  • Indirizzo: Galleria Cardinal Siri, Passo Eugenio Montale, 4, 16121 Genova GE
  • Sito Web: teatrocarlofelice.com

Teatro Politeama Genovese

Il Politeama Genovese è cambiato molto nel corso degli anni: nato nel 1825, all’inizio fu un semplice teatrino in legno. In poco tempo divenne un’arena aperta capace di contenere circa 30 mila persone.

Anche la Seconda Guerra Mondiale non lo risparmiò: infatti la struttura fu semi distrutta a causa dei bombardamenti inglesi dei primi anni Quaranta.

È soltanto grazie all’architetto Dante Datta, che il Politeama vive tutt’oggi: grazie alla ricostruzione avvenuta per mano sua nel 1955, continua ad esistere nella neoclassica palazzina accanto a Piazza Corvetto.

Questo teatro ospita eventi di vario genere, passando dalla commedia alla musica, dai balletti classici agli spettacoli comici: tra i direttori d’orchestra ospitati dal Politeama Genovese spicca il maestro Antonino Palminteri che, nel 1893, portò in scena Giuseppe Verdi con la sua “Aida”.

Il Politeama ha contribuito in modo significativo alla vita culturale di Genova e all’arricchimento delle arti performative in città. Ha servito come luogo di incontro per gli amanti della musica, del teatro e della danza, promuovendo la fruizione delle arti nel tessuto sociale di Genova.

Teatro di Sant’Agostino (Teatro della Tosse)

Il teatro di Sant’Agostino risale al 1702 per iniziativa di Nicolò Maria Pallavicino, un nobile che acquistò alcuni terreni dalla famiglia Durazzo: prende il nome dalla chiesa di Sant’Agostino, dato che fu costruito in sua prossimità.

Riconosciuto come teatro pubblico, ospitò il debutto Niccolò Paganini con le sue 14 variazioni de “La Carmagnola”.

Nonostante riuscisse a non competere con il Teatro del Falcone della famiglia Durazzo, grazie all’alternanza degli spettacoli tra i due, il Teatro di Sant’Agostino perse il suo pubblico negli anni Trenta dell’Ottocento, a causa della nascita del Carlo Felice.

Questa situazione lo portò alla chiusura.

Negli anni a venire, però, venne recuperato da alcune compagnie fino al 1986, anno in cui vi si instaurò il Teatro della Tosse, che permise il recupero della struttura attraverso progetti di ampliamento: oggi risulta il primo complesso di teatro multisala in Italia.

Attualmente, ospita eventi quali danze, concerti, letture, spettacoli eccentrici e contemporanei.

Teatro del Falcone

Nato prima del Teatro della Tosse, nel 1600, il Teatro del Falcone fu il primo teatro genovese.

Nato per mano del doge Gabriele Adorno, nel 1602 diede inizio alle attività teatrali all’interno di una locanda appena acquisita. Anni dopo, la locanda passò in mano alla famiglia Durazzo, che negli anni la restaurò ed ampliò

Dal 1892, cadde in disuso così come il Teatro della Tosse, proprio a causa della nascita del Carlo Felice che gli portò via il pubblico, divenendo luogo di deposito di oggetti scenici.

Il colpo finale lo ebbe con i bombardamenti della Seconda guerra mondiale, che danneggiarono il tetto e i palchi: invece di ristrutturarlo, il soprintendente ai monumenti Carlo Ceschi fece costruire al suo posto una nuova struttura nel 1953, e dal 2004 è sede di mostre temporanee.

  • Indirizzo: Via Balbi, 10 16126 Genova

Sito Web: palazzorealegenova.beniculturali.it/teatro-del-falcone/

Dove alloggiare

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per poterti godere pienamente una visita alla nostra splendida città. Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni.

Altri
articoli

genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.
Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

superba

Genova, superba per uomini e per mura

Come una terra di mezzo che abbraccia mare e monti, Genova si è guadagnata svariati soprannomi nel corso della sua storia. Tra i tanti, “la Superba” è certamente l’appellativo più conosciuto della città ligure, assegnatole da Francesco Petrarca nel lontano 1358

relitti in liguria

Relitti in Liguria: fascino e mistero

I conflitti che si sono succeduti ha trasformato il Mar Ligure in un enorme teatro per numerosi e meravigliosi relitti che ora, grazie alle moderne attrezzature e tecniche subacquee, è possibile ammirare nel loro indubitabile fascino.

carnevale e maschere tradizionali

Carnevale 2024 e le maschere tradizionali genovesi

Il carnevale con le sue maschere tradizionali, i suoi colori e il forte rumore avessero avuto in origine lo scopo di scacciare le forze delle tenebre e l’inverno, e di aprire la strada per l’arrivo della primavera. Anticamente, il carnevale genovese era più chiassoso ed anche più irriverente di quello veneziano.

galeone

Pirati a Genova: il Galeone al Porto Antico

In uno dei luoghi più interessanti da visitare a Genova, il Porto Antico, dove l’azzurro del mare si infrange contro gli edifici vecchi e nuovi della città che, in un armonioso gioco di colori, si confondono in tutta la costa ligure, è ormeggiata una vera e propria nave pirata: il Galeone Neptune.