Meduse viola che nuotano

Cosa vedere all’Acquario di Genova

Inaugurato nel 1992 in occasione della expo nota come Colombiadi, l’Acquario di Genova é da allora una delle attrazioni più apprezzate della città.

Con oltre 400 specie di pesci marini e 27 mila metri quadrati di struttura, l’edificio è progettato per essere un habitat naturale per queste creature: le diverse camere sono costruite ad hoc per riprodurre i tipi di ambienti che si trovano negli oceani di tutto il mondo, come le acque tropicali, quelle mediterranee e i fondali marini.

In questo articolo scoprirai quali sono le principali aree da vedere assolutamente durante la tua visita all’Acquario di Genova.

Cavallucci marini panciuti e mediterranei

I cavallucci marini sono tra le prime specie che incontrerai durante la visita all’Acquario (sala 2 e 5), piccole e timide creature che si nascondono tra la vegetazioni.

L’Acquario di Genova si occupa di controllare la riproduzione e la conservazione delle due specie mediterranee Hippocampus Guttulatus e Hippocampus Hippocampus, ma da qualche anno sono stati introdotti anche alcuni esemplari di cavallucci marini panciuti.

Baia degli squali

Cosa vedere all'acquario di Genova? Certamente il grande Squalo Bianco!
Foto di Valdemaras D. da Pexels

La baia degli squali (sala 8), particolarmente apprezzata dalle famiglie e dai bambini, offre l’opportunità di vedere da vicino il predatore marino per eccellenza: lo squalo.

L’Acquario di Genova ospita una grande varietà di specie di squali, tra i quali i popolari squalo grigio, lo squalo nutrice, lo squalo zebra e il pesce sega, riconoscibile dal lungo rostro dentellato.

Isola delle foche

Nell’isola delle foche (sala 14) troverai diversi esemplari di foche comuni provenienti dalle costiere degli Oceani Atlantico e Pacifico e del Mare del Nord.

Vedrai foche abbandonate in natura dalla madre, ma sopravvissute grazie all’intervento umano, ma anche esemplari nati nell’Acquario stesso.

Questa sala può essere visitata sia dalla prospettiva subacquea che da quella superiore, al secondo piano dell’Acquario: da quest’ultima è possibile ammirare le foche quando escono dall’acqua.

Sala dell’Antartide

Foto di Ilsecoloxix.it

“Copritevi, o voi che entrate!”

Quando si entra nella sala dell’Antartide (sala 15), la temperatura sembrerà diminuire: un clima freddo, e le vasche con pareti bianco ghiaccio riproducono l’habitat del pinguino Magellano e del pinguino Papua.

Come se fossero nelle loro isole Falkland, qui li vedrai passeggiare o rilassarsi in gruppo, rinfrescarsi sulla piattaforma ghiacciata oppure tuffarsi dagli scogli, tra una nuotata e l’altra.

Padiglione dei cetacei

Progettato da Renzo Piano tra il corpo principale dell’Acquario e la Grande Nave Blu, il padiglione dei cetacei (sala 17) ospita i delfini tursiopi, una specie a rischio di estinzione.

Comprende quattro vasche a cielo aperto, dalle quali è possibile ammirare queste fantastiche creature sia dal piano superiore che inferiore, talvolta ritrovandosi faccia a faccia con loro.

Il piano superiore è dedicato a diverse specie di cetacei provenienti dal Santuario Pelagos, il triangolo marino che tocca le coste italiane, francesi e del Principato di Monaco.

Al piano inferiore, invece, un tunnel vetrato lungo circa 15 metri offre una vista emozionante sui delfini che nuotano al di sopra dei visitatori.

Padiglione Biodiversità

Padiglione Biodiversità dell'Acquario di Genova
Foto di igv.it

Il Padiglione Biodiversità si trova all’interno della grande Nave Blu dell’Acquario, ed è casa per molte creature marine e terrestri.

Nella vasca tattile della prima area si trovano storioni e pesci antichi: qui potrai anche ammirare ed accarezzare alcuni esemplari di razza. Ciò farà felice molti bambini!

Proseguendo, si accede all’area tropicale, una laguna corallina che ospita numerose specie tra cui il pesce Napoleone, lo squalo zebra ed il pesce palla: in questa zona si trova la ricostruzione di una scogliera corallina, affiancata da un’area educativa sulla biologia e l’ecologia dei coralli.

Sala delle meduse

La sala delle meduse (sala 34) è una delle più rilassanti dell’intero Acquario.

Qui potrai lasciarti trasportare dal movimento lento e fluttuante delle meduse: divise per specie, potrai scoprire le fasi del ciclo vitale di questi antichi organismi marini.

Biosfera

Biosfera di Genova
Foto di @DiariosBultaco da TripAdvisor

La Biosfera è una struttura di acciaio e vetro progettata nel 2001 da Renzo Piano: sospesa sul mare e in prossimità dell’Acquario, al suo interno è presente un “giardino urbano” con oltre 150 specie di organismi animali e vegetali provenienti da tutto il mondo.

Troverai uccelli, tartarughe e pesci, e piante come quella del caffè e l’albero della gomma.

Visitare Genova

Delfini, squali, cavallucci marini: adesso che hai scoperto cosa vedere all’Acquario di Genova, puoi pensare di scoprire la città.

Infatti l’Acquario non è l’unica attrazione di Genova, in quanto la città è ricca di storia e cultura, monumenti e palazzi storici come i Palazzi dei Rolli.

Per guidarti durante la tua permanenza, abbiamo scritto un articolo sulle 10 cose da vedere a Genova.

Altri
articoli

genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.
Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

superba

Genova, superba per uomini e per mura

Come una terra di mezzo che abbraccia mare e monti, Genova si è guadagnata svariati soprannomi nel corso della sua storia. Tra i tanti, “la Superba” è certamente l’appellativo più conosciuto della città ligure, assegnatole da Francesco Petrarca nel lontano 1358

relitti in liguria

Relitti in Liguria: fascino e mistero

I conflitti che si sono succeduti ha trasformato il Mar Ligure in un enorme teatro per numerosi e meravigliosi relitti che ora, grazie alle moderne attrezzature e tecniche subacquee, è possibile ammirare nel loro indubitabile fascino.

carnevale e maschere tradizionali

Carnevale 2024 e le maschere tradizionali genovesi

Il carnevale con le sue maschere tradizionali, i suoi colori e il forte rumore avessero avuto in origine lo scopo di scacciare le forze delle tenebre e l’inverno, e di aprire la strada per l’arrivo della primavera. Anticamente, il carnevale genovese era più chiassoso ed anche più irriverente di quello veneziano.

galeone

Pirati a Genova: il Galeone al Porto Antico

In uno dei luoghi più interessanti da visitare a Genova, il Porto Antico, dove l’azzurro del mare si infrange contro gli edifici vecchi e nuovi della città che, in un armonioso gioco di colori, si confondono in tutta la costa ligure, è ormeggiata una vera e propria nave pirata: il Galeone Neptune.