Piazza De Ferrari a Genova, con vista sulla fontana

5 piazze di Genova che non puoi perderti

Dai Palazzi dei Rolli fino al Porto Antico. Dai caruggi fino ai forti genovesi.

La Superba è una città che regala meraviglie impensabili a chi la visita: in questo articolo ci soffermiamo sulle 5 piazze di Genova che dovresti assolutamente visitare.

Iniziamo!

Piazza De Ferrari

Piazza De Ferrari è la piazza ottocentesca che prende il nome dal politico Raffaele De Ferrari: grazie ad una donazione, il benefattore permise l’accrescimento del Porto Antico.

Qui, la bellissima fontana in bronzo di Giuseppe Crosa arricchisce la piazza, elevandosi di fronte al Palazzo Ducale fin dal 1936.

Piazza Dante

Piazza Dante fu costruita negli anni ‘30 a seguito della demolizione dell’antico quartiere di Ponticello: questa piazza oggi vive grazie alle attività economiche e commerciali degli edifici che la circondano, un via vai continuo di persone che si recano a lavoro e tornano a casa.

Da qui potrai far visita a Porta Soprana, la casa di Cristoforo Colombo e al Chiostro di Sant’Andrea.

Porta Soprana

Conosciuta anche come Porta di Sant’Andrea, Porta Soprana fu un tempo tra le porte più importanti delle mura genovesi per la sua posizione strategica, situata in cima al Piano di Sant’Andrea.

Porta Soprana di Genova
Foto di benkrut da YayImages.com

Casa di Cristoforo Colombo

Vicino a Porta Soprana, al di fuori delle mura medievali, potrai ammirare la casa di Cristoforo Colombo, una ricostruzione risalente al XVIII secolo dell’edificio in cui visse l’esploratore tra il 1455 e il 1470.

Nel corso dei secoli, l’edificio subì notevoli mutazioni in seguito al bombardamento su Genova, voluto da Re Sole del 1684. Oggi questo luogo è un museo, in cui vive la storia e il ricordo del più grande esploratore della storia. 

Chiostro di Sant’Andrea

Vicino alla casa di Colombo, una volta c’era il convento di Sant’Andrea: oggi l’edificio non esiste più, in quanto fu demolito a causa della ristrutturazione urbanistica di tutta la zona nel lontano 1905.

Al suo posto, attualmente, si trova il Chiostro di Sant’Andrea, unica struttura architettonica sopravvissuta alla demolizione.

Piazza San Lorenzo

Piazza San Lorenzo, nell’epoca medievale, era il centro della vita civile, economica e politica di Genova.

Oggi la piazza non si presenta più come una volta: infatti nel 1830 alcuni edifici vennero abbattuti in quanto la loro costruzione era fin troppo vicina alla cattedrale.

Si voleva restituirle un po’ di spazio: alcuni particolari che potrai notare sui muri della Cattedrale di Lorenzo sono la statua di un cane, ed una misteriosa scacchiera incastonata sul lato sinistro dell’edificio, forse appartenuta al mercante trecentesco Megollo Lercari.

Cattedrale di San Lorenzo a Genova
Foto di gigidread da YayImages.com

Piazza Corvetto

Piazza Corvetto è una piazza elegante, resa tale dal magnifico giardino e dai fiori che circondano la statua centrale eretta in onore di Vittorio Emanuele II di Savoia.

A pochi passi dal Museo dei Cappuccini di Genova, da questa piazza è possibile arrivare facilmente alla prestigiosa via Roma e ad uno dei più importanti Palazzi dei Rolli: il palazzo di Antonio Doria, oggi sede della Prefettura genovese.

Nei pressi di Piazza Corvetto si trova anche il Teatro Duse – tra i tanti teatri di Genova – la Biblioteca Franzoniana, la Galleria Mazzini e il parco pubblico di Villetta Di Negro.

Piazza delle Cinque Lampadi

Piazza delle Cinque Lampadi è una piccola piazzetta del centro storico, vicino a via di Canneto il Curto e situata tra i caruggi di Genova.

In questa piazza è possibile osservare un dipinto su ardesia realizzato nel XVII in onore della Madonna, soprannominata “Madonna delle Cinque Lampadi”: infatti la piazza presenta cinque lampade perennemente accese per onorare la Madonna dipinta.

In virtù del nome della piazza, anche il caruggio che fa da ingresso alla piazza è conosciuto come “Vico delle Cinque Lampadi”.

Dalle piazze di Genova ai luoghi più nascosti: i caruggi genovesi

Tra gli edifici più moderni, e belle piazze genovesi, si nascondono degli stretti vicoli, conosciuti per i più come i caruggi di Genova: sono tanti, sono nascosti. Alcuni sono più famosi di altri.

Se vuoi allontanarti un po’ dai luoghi più conosciuti di Genova, puoi pensare di andare alla scoperta di queste stradine che segnano la storia della Superba.

Altri
articoli

genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.
Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

superba

Genova, superba per uomini e per mura

Come una terra di mezzo che abbraccia mare e monti, Genova si è guadagnata svariati soprannomi nel corso della sua storia. Tra i tanti, “la Superba” è certamente l’appellativo più conosciuto della città ligure, assegnatole da Francesco Petrarca nel lontano 1358

relitti in liguria

Relitti in Liguria: fascino e mistero

I conflitti che si sono succeduti ha trasformato il Mar Ligure in un enorme teatro per numerosi e meravigliosi relitti che ora, grazie alle moderne attrezzature e tecniche subacquee, è possibile ammirare nel loro indubitabile fascino.

carnevale e maschere tradizionali

Carnevale 2024 e le maschere tradizionali genovesi

Il carnevale con le sue maschere tradizionali, i suoi colori e il forte rumore avessero avuto in origine lo scopo di scacciare le forze delle tenebre e l’inverno, e di aprire la strada per l’arrivo della primavera. Anticamente, il carnevale genovese era più chiassoso ed anche più irriverente di quello veneziano.

galeone

Pirati a Genova: il Galeone al Porto Antico

In uno dei luoghi più interessanti da visitare a Genova, il Porto Antico, dove l’azzurro del mare si infrange contro gli edifici vecchi e nuovi della città che, in un armonioso gioco di colori, si confondono in tutta la costa ligure, è ormeggiata una vera e propria nave pirata: il Galeone Neptune.