genova

10 cose da vedere a Genova

Costruita tra mari e monti, Genova è una città ricca di storia, luoghi e monumenti da visitare.

Dal faro simbolo della città fino ai palazzi che ospitavano personaggi illustri nel XVI secolo, in questo articolo scoprirai quali sono le 10 cose da vedere a Genova.

Partiamo!

Lanterna di Genova

Da sempre il simbolo di Genova, la “Lanterna” è il faro che caratterizza questa ex repubblica marinara: alta 77 metri, sorge a circa 177 metri sul livello del mare, sui resti di una collina di 40 metri.

La sua storia risale fin dal 1128, anno in cui la presenza della torre era preceduta da una già esistente.

Infatti, nel corso degli anni, il faro è stato protagonista di molte battaglie, fra le quali l’assedio francese del 1513 e la Seconda Guerra Mondiale.

La ricostruzione del faro

Fu ricostruita nel 1537 per volontà del doge Andrea Centurione Pietrasanta e, nonostante gli interventi eseguiti a causa degli avvenimenti bellici dell’epoca, il suo aspetto attuale è come quello di allora: si presenta come una torre costruita in due volumi, uno sopra l’altro, con due terrazze di cui la prima è raggiungibile, 172 gradini e un lanternino al cui interno sono presenti gli elementi illuminanti.

Accanto alla torre si trova il Museo della Lanterna, un museo dedicato alla città e al territorio provinciale, che può essere raggiunto con una passeggiata di 800 metri, costeggiando le vecchie mura fino al faro dal Terminal Traghetti.

Caruggi e via del Campo: il centro storico di Genova

Il centro storico di Genova è un luogo carico di storia, nucleo della città vecchia che finalmente, dopo anni di degrado, è stato restaurato.

Durante le lunghe passeggiate incorrerai nei caruggi, stretti vicoli medievali caratteristici della città ligure.

Ti perderai alla vista dei famosi Palazzo Spinola e Palazzo Ducale, e di piazze come Piazza delle Erbe e Piazza San Donato, sulle quali cui si affacciano le chiese di San Donato e San Matteo.

Via del Campo

“Via del Campo, c’è una bambina. Con le labbra color rugiada, gli occhi grigi come la strada, nascon fiori dove cammina”

Durante la tua passeggiata ricordati di passare per via del Campo, la strada cantata da Fabrizio De André nell’omonima canzone: troverai uno spazio espositivo con dischi in vinile al numero 29 rosso, assieme a fotografie e tante altre curiosità legate al cantautore genovese.

Centro storico di Genova

Gran parte del centro storico di Genova è Patrimonio Mondiale dell’Umanità grazie a siti di interesse storico come il Castrum, cioè il primo insediamento urbano risalente al periodo Romano ed Etrusco.

Ma non preoccuparti, che anche a Genova esiste lo svago: troverai locande in abbondanza, nelle quali potrai assaggiare i piatti tipici della cucina genovese.

Le band riempiono i bar storici, mentre le botteghe ultracentenarie ti conquisteranno per il loro fascino dei tempi passati.

Palazzi dei Rolli

I Palazzi dei Rolli sono le lussuose residenze della nobiltà Genovese.

Ma perchè si chiamano così?

Tra il Cinquecento e il Seicento, la Repubblica di Genova offriva ospitalità ai personaggi illustri che facevano visita alla città.

Per questo erano state adibite più di cento dimore registrate in appositi elenchi, conosciuti come i Rolli degli Alloggiamenti pubblici.

Questi Palazzi, in base al loro valore architettonico e lussuoso, erano divisi in tre categorie (bussoli), ad ognuna delle quali corrispondeva una certa categoria di ospite:

il primo bussolo ospitava cardinali, principi e viceré;

il secondo bussolo era destinato a feudatari e governatori;

nel terzo bussolo alloggiavano principi e ambasciatori.

Palazzi dei Rolli come Patrimonio dell’Umanità

Nel 2006, 42 di questi palazzi su 114 sono stati dichiarati “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO: puoi trovarli principalmente in via Garibaldi, Lomellini, Balbi e San Luca.

Puoi visitare i Palazzi dei Rolli durante i Rolli Days, organizzati dal Comune di Genova durante l’anno.

Acquario di Genova

Inaugurato nel 1992, l’Acquario di Genova è il più grande acquario italiano, secondo in Europa dopo il parco marino di Valencia, l’Oceanogàfic.

Situato nel cinquecentesco porto antico di Genova, a Ponte Spinola, l’Acquario è la meta più ambita a Genova grazie ai suoi 12 mila esemplari di 600 specie diverse, sia marine che di acqua dolce e delle foreste pluviali.

Un percorso diviso in padiglioni ti guiderà tra le oltre 70 vasche espositive, nelle quali potrai ammirare anche pinguini, foche, tartarughe e squali.

Acquistando il biglietto combinato potrai far visita anche:

  • alla Biosfera, una struttura in acciaio e vetro al cui interno è stata costruita una foresta tropicale;
  • al Bigo, l’ascensore panoramico con vista su Genova la Superba.

Porto Antico

Il porto antico fu, un tempo, il centro dell’attività mercantile di Genova.

Nel 1992, in occasione del cinquecentenario della scoperta dell’America, è stato riprogettato da Renzo Piano. La zona portuale è adesso una delle mete turistiche più ambite: qui potrai passeggiare, cenare e fare shopping.

Durante l’inverno, il Porto Antico ospita una pista di pattinaggio sul ghiaccio, sulla quale potrai imparare a pattinare, ma anche assistere agli allenamenti delle squadre agonistiche cittadine.

Nella zona del Porto Antico, oltre all’Aquario di Genova, alla Biosfera e al Bigo, è presente anche il Galata, ovvero il Museo del mare della città.

Non solo: la conversione a zona turistica ha riportato in vita alcuni vecchi edifici portuali tra i quali i Magazzini del Cotone, che oggi ospitano centri ricreativi come la Città dei bambini, il più grande museo ludico e interattivo per bambini tra i 2 e i 14 anni.

Galata Museo del Mare

Con i suoi 10.000 mq di spazi espositivi, il Galata è una costruzione in vetro e acciaio che ospita il più grande museo marittimo del mediterraneo.

Un tempo luogo di costruzione delle galee (navi da guerra spinte a remi), l’edificio è stato riqualificato e ristrutturato per mano dell’architetto spagnolo Guillermo Vasquez Consuegra.

Qui potrai osservare riproduzioni di barche di ogni tipo e ogni dimensione, carte nautiche e postazioni interattive: scoprirai la l’emigrazione italiana, ma anche com’erano le condizioni di vita dei marinai grazie alla visita del S518 Nazario Sauro, un ex sommergibile militare.

Cattedrale di San Lorenzo

Proseguiamo la lista delle 10 cose da vedere a Genova con la Cattedrale di San Lorenzo, la chiesa più importante della città, che si affaccia sulla piazza omonima.

Fu costruita intorno al 1098: nel corso degli anni ha subìto vari restauri che l’hanno portata ad avere diversi stili architettonici, sia al suo interno che all’esterno.

Esternamente la facciata è gotica con righe bianche e nere, colori che nel Medioevo simboleggiavano la nobiltà genovese, mentre il campanile del XVI secolo è attualmente come allora.

Internamente sono presenti 3 navate contraddistinte da colonne marmoree trecentesche, in stile sia gotico che romantico, sulle quali poggiano finti matronei.

Dall’interno della cattedrale puoi raggiungere il Museo Diocesano e il Museo del Tesoro, al cui interno sono conservate l’Arca delle Ceneri di San Giovanni Battista, patrono della città, ed altre reliquie legate al santo.

Piazza De Ferrari

Cuore di Genova, Piazza De Ferrari è il nucleo commerciale, finanziario ed economico della città, sede dei più importanti eventi del paese: qui, il suo stile ottocentesco e la sontuosità dei palazzi si fondono con i profumi del mare e della cucina ligure.

Dal 1877 deve il suo nome a Raffaele De Ferrari, uomo politico e benefattore che donò un’ingente somma di denaro alla città per l’ampliamento del porto.

Al centro della piazza, i giochi d’acqua emergono dalla monumentale fontana di bronzo costruita dall’architetto Cesare Crosa nel 1936, che si eleva di fronte al Palazzo Ducale, antica residenza del Doge, al Palazzo della Nuova Borsa e al Palazzo della regione Liguria.

Molti sono gli edifici ai quali poter far visita, tra i quali il Teatro Carlo Felice, il Palazzo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti e la Civica Biblioteca Berio, progettati da Carlo Barabino nella prima metà dell’800.

Via Garibaldi e Musei di Strada Nuova

Ti piace l’arte antica?

Allora non puoi fare a meno di visitare Via Garibaldi, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, ribattezzata come la “Strada Nuova” di metà XVI secolo, o “Via Aurea” per la grandiosità dei suoi edifici come Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Doria Tursi, tre dimore di proprietà comunale.

Palazzo Rosso

Dimora seicentesca dei Brignole Sale, custodisce arredi storici e collezioni d’arte raccolte da questa nobile famiglia in più di due secoli: potrai ammirare la bellezza delle opere di Van Dyck, Guercino, Dürer, Strozzi e Veronese.

Palazzo Bianco

A Palazzo Bianco, la pittura italiana si fonde con quella fiamminga, francese e olandese e spagnola del XVI, XVII e XVIII secolo.

Osserverai le opere di Murillo, Van Dyck, Rubens, Memling e l’”Ecce Homo” di Caravaggio.

Palazzo Doria Tursi

Conosciuto per lo più per le sue sale di rappresentanza del Sindaco, questo palazzo custodisce arti decorative come ceramiche e arazzi.

Il Palazzo Doria Tursi ospita anche il celebre violino “Cannone” di Paganini, costruito nel 1734 dal liutaio Bartolomeo Giuseppe Guarneri, e la “Maddalena Penitente” dello scultore veneziano Antonio Canova.

Spianata Castelletto

La città, essendo costruita in verticale, è colma di ascensori e funivie, che ti permetteranno di raggiungere i punti più panoramici di Genova.

Tra questi il più conosciuto è l’ascensore di Piazza Portello, con il quale arriverai al Belvedere Montaldo, detto anche Spianata Castelletto: da questo balcone sospeso potrai godere di una vista straordinariamente suggestiva, a 360° sul porto e sul centro storico della superba città genovese.

Se preferisci camminare, puoi raggiungere la terrazza panoramica anche a piedi partendo da via Garibaldi, percorrendo la Salita San Francesco e continuando per la Salita a Spianata Castelletto.

In poco tempo raggiungerai il meraviglioso balcone sospeso di Belvedere Montaldo, dove potrai scattare fotografie e selfie memorabili.

Dove alloggiare?

Distante poco meno di un chilometro dal centro città e a un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Brignole, Urban Flora è il luogo perfetto per visitare Genova.

Da noi vivrai un’esperienza dal look scandinavo-moderno, in cui piante fresche e piacevoli ti faranno godere del massimo relax possibile e per una vacanza indimenticabile. Tutte le stanze prevedono un bagno privato, smart tv ed una connessione Wi-Fi gratuita che ti farà sentire proprio come a casa tua. Prenota adesso la tua stanza oppure contattaci per chiederci più informazioni.

Altri
articoli

ponte di sant'Agata

Il leggendario ponte di Sant’Agata

Poco distante dalla Stazione ferroviaria di Genova Brignole, possiamo trovare una chicca in mezzo al frenetico traffico cittadino: il medievale ponte di Sant’Agata.
Collocato a fianco del più lineare e moderno ponte di Castelfidardo, collega il centro cittadino con il quartiere di San Fruttuoso.

pànera

Pànera: il delizioso semifreddo al caffè dei genovesi

Siamo abituati, nelle gelaterie di Genova, a trovare sempre, accanto ai gusti tradizionali, anche il semifreddo alla “Pànera”. Forse non tutti sanno, però, che si tratta di una specialità tipicamente genovese, difficile da trovare nelle altre regioni italiane.

porto antico

Porto Antico, dove il mare incontra la città

Cosa c’è di tanto speciale nel Porto Antico di Genova? Scopriamolo insieme, partendo da una novità che per una settimana lo renderà ancora più protagonista: Dinner in the Sky.

spostarsi a genova

Come spostarsi a Genova non usando l’auto

Il nostro consiglio per spostarsi a Genova, e visitare appieno i suoi meravigliosi scorci con l’esteso centro storico è certamente quello di farlo a piedi. In alternativa, la città è servita da ogni tipo di trasporto pubblico.